crescere imparando una lingua straniera: 9 ragioni vantaggiose per il nostro cervello

Jeremy Dean, sul suo Psyblog, blog di cultura e ambiente psicologico, riassume 10 motivi per cui vale la pena studiare una lingua straniera. I risultati fanno riferimentosoprattutto a chi cresce in un ambiente bilingue, questo non significa che anche gli adulti non possano avere miglioramenti, seppur minori, con lo studio di una lingua straniera.

1. Crescita cerebrale, imparare una seconda lingua porta ai settori dedicati al linguaggio di crescere in sinapsi ed interconnesioni.


2.Allontana il pericolo di Malattie cerebrali come l'alzhaimer: il bilinguismo ritarda il comparire dell'alzheimer fino a 5 anni in persone sensibili alla malattia. Continua Dean, i risultati sono comparabili a quelli degli ultimi medicinali


3. Migliora la capacità di ascoltare il proprio linguaggio, visto che il cervello è stato alleanto a a distinguere la propria lingua madre da quella acquisita

4. Migliora il riconoscimento di lingue tra loro diverse, ad esempio, bambini che frequentanti asili bilingue, sono capaci di distinguere le differenze tra inglese e francese dopo esser stati esposti ai differenti suoni presenti nella lingua spagnola e catalana.

5. Migliora le memoria, bambini cresciuti in un ambiente bilingue hanno una memoria di lavoro più forte rispetto a chi è cresciuto in un ambiente mono lingua. In concreto hanno risultati migliori nel calcolo mentale, nella lettura, nel memorizzare informazioni in poco tempo.

6. Miglior Multitasking: persone bilingue sono dotati di maggior flessibilità operazionale e riescono ad adattarsi a nuove circostanze.

7. Aumento del livello dell'attenzione, ovvero nei liblingue è presente un maggior controllo della propria attenzione e maggiori capacità di limitare le proprie distrazioni

8. Nuovi modi di vedere la realtà: studiare una lingua che pone forte attenzione ai colori, come il giapponese e l'islandese, permettono una percezione maggiore rispetto quei specifici colori.

9. Migliora la tua lingua madre visto che studiare una seconda lingua sposta l'attenzione sulle regole e sulla struttura del linguaggio stesso, questa livello di pensiero può essere utile anche per la propria lingua madre.

Studiare una lingua straniera può sembrare un'impresa titanica e lenta ma, con le nuove tecnologie, sono stati sviluppati software che permettono un apprendimento veloce, facile ed intuitivo. Un esempio è Rosetta Stone, software che immerge letteralmente lo studente nella lingua desiderata tramite immagini e parole, che siano scritte o pronunciate. Questo permette un apprendimento multi-sensoriale, che comporta minori tempi di memorizzazione e maggior durata dell'apprendimento.

articolo originale su psyblog
Image courtesy of smarnad at FreeDigitalPhotos.net

Post più popolari